Carnet di viaggio, viaggiare disegnando i luoghi visitati

(di Manuela Zanni) Frutto di un modo di viaggiare “contemplativo”, i carnet di viaggio sono uno degli esempi più alti del legame tra l’arte e il piacere di scoprire luoghi nuovi. Le suggestioni del viaggio rivivono sulle pagina pazientemente disegnate  e annotate dal viaggiatore che fissa su carta le emozioni  che prova  nell’essere presente “hic et nunc” nel corpo e nello spirito in un determinato  luogo entrando in empatia con la realtà che lo circonda. Ecco tutte le curiosità su questo insolito quanto affascinante modo di viaggiare. Continua a leggere

Alla scoperta di Marrakech , vademecum per un viaggio che vi cambierà la vita

(di Manuela Zanni) Il Marocco rappresenta un caleidoscopio di culture, colori, profumi e sapori difficile da dimenticare per chi lo ha conosciuto e altrettanto difficile da non desiderare di conoscere per chi non lo ha mai visitato. Se non si è stati  almeno una volta nella vita all’interno della  piazza di Marrakech “DJemaa el fna” non si può dire di aver compreso davvero cosa significhi sentirsi al centro del mondo, sarà per questo che è stata dichiarata dall’Unesco nel 2001 “Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità”. Tante curiosità e la facile ricetta della msmemmen, la “crepe” marocchina. Continua a leggere

CANNELLA REGINA : SOVRANA INDISCUSSA DEL REGNO DELLE SPEZIE

 Se una  strofa della celebre canzone napoletana “Comme facette mammeta” recita “miele , zucchero e cannella p’mpastà sta bocca bella ” un motivo  certo ci sarà. E’ Forse perchè la cannella è la spezia che, in assoluto tra tutte,  con il  suo inconfondibile profumo  al contempo  dolce e pungente, ben si presta a descrivere le qualità che più sono apprezzate in una  donna. Noi abbiamo scoperto  tante curiosità   sulla  sovrana del mondo  delle spezie  e abbiamo rivisitato una ricetta spagnola del XVIII : le melanzane al cacao e cannella.  Ma. Za. Continua a leggere

Acqua e zammù: più che una bibita,un rito d’altri tempi che profuma d’anice.

www.ventunesimosecolo.it

A Palermo l’ acqua e anice è molto più che una bibita rinfrescante, è un usanza antica , un rito che si tramanda da generazioni accompagnando la calura dei mesi estivi e conservando il ricordo del refrigerio ottenuto anche durante i mesi invernali. Non stupitevi allora se accolti in casa  di palermitani, vi venga offerto, quasi come si trattasse di una pozione magica , un bicchiere colmo di acqua  su cui galleggia una nuvoletta di anice  e vi verrà chiesto, dando per scontata la risposta affermativa “Gradite acqua e zammù ?”. Le Origini e la ricetta semplice e rinfrescante della granita all’anice. M.Za. Continua a leggere

La scorzonera. La storia di Palermo raccontata da un antico gusto di gelato.

 Durante una passeggiata sul lungomare del Foro Italico, ci si imbatte inevitabilmente  nella gelateria più antica di Palermo : lo storico Ilardo. A questo punto fermarsi è “doveroso” e gustare un gelato alla “scorzonera”  è un imperdibile piacere che non si può fare a meno di concedersi se si vuole assaporare davvero la Palermo di una volta. M.Za.

Continua a leggere