Castagnole al forno, origini e ricetta light

 (di Manuela Zanni) Le castagnole sono un dolce carnevalesco diffuso in tutta Italia; fa parte della tradizione culinaria ligure, emiliana-romagnola, marchigiana, laziale, umbra meridionale,  veneta, lombarda. Tutte le versioni esistenti sono accomunate dagli ingredienti che sono  uova, zucchero, farina e burro, dal metodo di lavorazione che consiste nell’impastare tutti gli ingredienti e ricavare delle palline,   e dalla cottura che è rigorosamente la frittura. Tuttavia ogni regione declina questa semplice ricetta in diverse varianti servite con zucchero a velo o, anche con alchermes o miele. Inoltre alcune sono  senza ripieno altre con ripieno alla crema pasticcera o alla panna. Infine una ulteriore  variante  prevede la cottura al forno sicuramente meno calorica. Se poi la ricetta viene anche rivisitata in chiave light, allora i sensi di colpa sono veramente azzerati.Le castagnole, il cui termine è dovuto alla forma simile a castagne dalle piccole dimensioni, sono dolci carnevaleschi provenienti soprattutto dal Veneto, dall’Emilia Romagna e dal Lazio; ma si rileva una forte presenza anche in alcune località meridionali, in particolare in Campania. Queste piccole sfere di bontà  , per lo più fritte e zuccherate, hanno origini antiche. Infatti si suppone,  che, di castagnole, si parlasse già nel 1692, attraverso le ricette del Latini, cuoco, tra gli altri, della casa reale dei D’Angiò, e nel 1684, con il Nascia, cuoco della Casa dei Farnese: entrambi scrissero di struffoli alla romana (da non confondere con quelli napoletani) , la cui descrizione corrisponde perfettamente a quella della delizia in questione. ) Vi è poi   un manoscritto di fine ‘700, trovato da Italo Arieti negli Archivi di Stato della città di Viterbo per poi giungere ai più moderni ricettari ottocenteschi,  in cui sono presenti ben quattro ricette diverse, che portano il nome di Castagnole di cui una con cottura al forno di certo meno calorica  e più digeribile della versione fritta. Se poi alla ricetta originaria provassimo a sostituire tutti gli ingredienti di origine animale con quelli di origine vegetale allora avremo una ricetta light da mangiare senza troppi sensi di colpa. Proviamola insieme.

CASTAGNOLE AL FORNO LIGHT

Ingredienti:  300 g di farina 1, 60 g di zucchero di canna,  50 g di olio d’oliva, 4 cucchiai di yogurt di soia, 1 bustina di lievito per dolci, 2 cucchiai di rum o grappa bianca,  1 pizzico di sale, 1 scorza grattugiata di arancia o limone, zucchero a velo.

Disponete la farina a fontana e amalgamate tutti gli ingredienti, tranne naturalmente lo zucchero a velo, che vi occorrerà solo alla fine per spolverare e decorare le vostre castagnole.  Fatene un impasto liscio ed elastico e lasciatelo riposare per circa mezz’ora. Trascorso questo tempo, riprendete la pasta, fatene tante palline di uguale grandezza  e ponetele in una teglia  foderata con carta forno . Infornate in forno preriscaldato per dieci minuti a 200 gradi. Una volta cotte, lasciatele raffreddare per qualche minuto  e poi servitele  cosparse con lo zucchero a velo.

Manuela Zanni

Lascia un commento