Il cibo è festa : il “gucciddatu” , dolce votivo in onore dell’Immacolata

 (di Manuela Zanni) Per chi è siciliano la cucina , oltre ad essere un inestimabile patrimonio culturale è anche, e soprattutto, un piacere ineguagliabile . Ce ne parla in maniera ironica e scanzonata Gaetano Basile  nel libro “ il cibo è festa. Tradizioni e ricette della cucina siciliana” edito da Kalòs , presentato lo scorso 3 dicembre a Palermo  presso la Chiesa di Sant’Antonino Abate a Palazzo Steri. Tradizioni dell’ Immacolata e la ricetta del “gucciddatu” in onore della Madonna. Continua a leggere

“La dolceria Bonajuto. Storia della cioccolateria più antica di Sicilia”

(di Manuela Zanni)  Un  affascinante viaggio alla scoperta di mestieri scomparsi, tradizioni artigianali e tesori gastronomici “sepolti” nella terra di Sicilia  è quello in cui  ci guida Giovanni Criscione giornalista ragusano e autore del libro “La dolceria Bonajuto. Storia della cioccolateria più antica di Sicilia” con uno sguardo attento e meticoloso alle vicende pubbliche e private del territorio modicano agli albori dell’Ottocento. Ecco tutte le curiosità e una immancabile ricetta in onore al cioccolato modicano : le liccumie . Continua a leggere

“Kitchen in love” : consigli e ricette per alimentare il vostro amore

(di Manuela Zanni) L’ingrediente indispensabile necessario e fondamentale di  qualsiasi pietanza , sia che si tratti di un antipasto, di un primo, un secondo, un contorno o un dolce,  al di là della nazionalità di provenienza,  della modalità di preparazione , dei tempi di cottura  o del vino che l’accompagnerà, , è l’amore la cui assenza ne comprometterebbe la buona riuscita . Partendo da questo presupposto la giornalista Valeria Benatti nel libro “Kitchen in love” ci espone la sua “ filosofia gastronomica”  ricca di spunti interessanti e originali tutti da “gustare”. Infine una ricetta  semplice e gustosa : il “sushi” di paccheri ai carciofi. Continua a leggere

” I Minni di Virgini”, un dolce impudico tipico di Sambuca di Sicilia

(di Manuela Zanni) Quella di Enrico Pendola a Sambuca di Sicilia pare che sia la pasticceria  ritenuta migliore di quella zona nota per le sue celebri minni di virgini, dolce tipico del territorio soprattutto per la fedeltà alla ricetta originaria. Ma ad una saggia assaggiatrice ovviamente le parole non potevano bastare, poiché sono i fatti quelli che contano. Dunque dopo averle assaggiate , analizzando  attentamente i sapori di tutte le parti che compongono queste panciute ed impudiche paste di frolla ripiene , possiamo assolutamente sostenere che se la caratteristica della frolla è la sua friabilità e fragranza  , della crema di latte il profumo e la delicatezza, e della conserva di cedro la sua personalità ben accompagnata dal carattere deciso e irriverente di corposi pezzi di cioccolato , allora sicuramente quelle di Pendola sono davvero le migliori . Ecco le origini di questo antico dolce e la preziosa ricetta. Continua a leggere

Romeow Cat Bistrot: ottima cucina, gatti sornioni e relax assicurato

(di Manuela Zanni) Non è facile fare delle proprie passioni,   il proprio lavoro . Quando accade, però, il risultato è un successo assicurato poiché l’entusiasmo che, di norma, viene confinato al tempo libero, trasforma  il dovere in piacere. Valentina e Maurizio, gli eclettici proprietari del Romeow Cat Bistrot,  nel quartiere ostiense a Roma, sono riusciti  a coniugare il loro amore per gli animali,  gatti in particolare , la loro passione per la cucina vegetariana e vegana, con l’esigenza di svolgere un’attività in proprio che costituisse la loro fonte di sostentamento. Il caso che si fosse liberato un locale, proprio sotto casa loro, ha fatto il resto, rendendo immediata la decisione della coppia, che,  aggiungendo al nome originario del locale “Romeo”  una sola “w” a simulare il miagolio, ha creato , un bistrot per simpatizzanti dei felini . Continua a leggere