Viva Palermo e Santa Rosalia !

 Amato o odiato, criticato o apprezzato, anche quest’anno è arrivato il momento di  “mettere gambe in spalla” ed iniziare il rituale tour che ci conduce attraverso un interessante itinerario culturale e gastronomico tanto caro ai palermitani, quanto apprezzato dai turisti che da ogni parte del mondo accorrono per  apprezzare  “ u fistinu “di Santa Rosalia. Tutte le imperdibili tappe .M. Za. Continua a leggere

Per Santa Rosalia il “gelu di muluni” : un immancabile dolce della tradizione siciliana

 Con  “muluni” nel dialetto siciliano si intende l’anguria, frutto tropicale che ad agosto raggiunge la piena maturazione. La tradizione palermitana, sulla base delle sue note virtù dissetanti e diuretiche,  propone , in occasione del festino, un dessert davvero speciale, il gelo di melone, perfetto come fine pasto per rinfrescarsi durante la calura estiva. Si tratta di polpa di anguria a cui viene conferita la consistenza di gelatina, in cui  le gocce di cioccolato fondente “fanno le veci” dei semi in precedenza  eliminati. Il risultato èuna delizia celestiale, non a caso associata ai festeggiamenti della patrona di Palermo, Santa Rosalia,   il 15 di luglio. M.Za. Continua a leggere

Indipendence Day : dal barbecue americano allo “schiticchio” siciliano

www.history.com

(di Manuela Zanni) In America il 4 luglio si festeggia, come è  noto,  l’Indipendence Day, ovvero la festa dell’indipendenza degli Stati Unti , giorno in cui si ricorda l’adozione della Dichiarazione di indipendenza il 4 luglio 1776, con la quale le Tredici Colonie si distaccarono dal Regno Unito di Gran Bretagna. Tutte le usanze legate a questo giorno e la ricetta della classica “American Apple Pie “. Continua a leggere

Gli spaghetti “sciuè sciuè”, un primo veloce per tutti i palati

(di Manuela Zanni) Vi sono termini dialettali  il cui suono è onomatopeico ovvero è in grado di riportarci immediatamente all’immagine dell’oggetto a cui si riferiscono. Nel caso in cui si tratti di termini riferiti al cibo, può capitare, addirittura, di sentirne il profumo e il gusto. E’ questo il caso dei cosiddetti spaghetti sciué sciué, termine che in dialetto napoletano è un avverbio che significa “presto presto”. Continua a leggere

Pasta con le sarde (a mare) e carciofi con il tappo d’uovo, i must di San Giuseppe

fonte www.bibigas.it

Sono tante le ricette della tradizione di cui esistono delle varianti “povere” inventate dai ceti meno abbienti, in cui alcuni ingredienti vengono modificati con altri più economici o, addirittura,  del tutto eliminati. E’ questo il caso della pasta con le “sarde a mare” che è una variante della classica pasta con le sarde, piatto che  tradizionalmente si prepara per San Giuseppe. Altrettanto  gustosi e immancabili sono i carciofi con il tappo d’uovo .Ecco le semplici e profumatissime ricette. Continua a leggere