E’ tempo di Sherbeth, il gelato artigianale “invaderà” il centro storico di Palermo

 

(di Manuela Zanni) Oltre 50 gusti di gelato e 45 maestri gelatieri da tutto il mondo. Questo ed altro sarà Sherbeth, il Festival Internazionale del Gelato Artigianale che sbarca,  per la sua nona edizione a Palermo dal 28 settembre all’1 ottobre presentato questa mattina in conferenza stampa nella Sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile.

La manifestazione, giunta alla sua nona edizione, si conferma oltre che gastronomico, anche e soprattutto un momento culturale, che trasformerà il centro storico del capoluogo siciliano in un vero e proprio “villaggio del gelato”, tutto rigorosamente prodotto artigianalmente. Sarà un vero e proprio laboratorio a cielo aperto, in cui i 45 maestri gelatieri provenienti da ogni parte del mondo lavoreranno e si confronteranno nel nome della qualità e dell’artigianalità magistralmente diretti come di consueto dal Maestro Gelatiere Antonio Cappadonia quest’anno coadiuvato da Giovanna Musumeci, figlia d’arte. Mai come quest’anno poi il programma si presenta ricco e di ampio respiro poichè spazia tra degustazioni, dibattiti, concerti, tour culturali, momenti dedicati ai più piccoli, e, persino, un tour virtuale in un campo di limoni oltre a corsi per aspiranti gelatieri. Questo, quindi, è un anno di grandi novità per Sherbeth ma anche di grandi ritorni. Il festival del gelato artigianale, infatti ripropone un tema di estrema tendenza, di cui si era già occupato nelle prime edizioni rivelandosi precursore dei tempi, che oggi appassiona tutti gli addetti ai lavori: il gelato gastronomico ovvero il gelato salato al quale sarà dedicata una intera area a piazza Bologni il cui coordinamento sarà affidato ad Antonio Mezzalira e Ida Di Biagio. Il gelato gastronomico che verrà declinato in quattro gelati salati abbinati ad altrettanti piatti in base ad accostamenti inediti e ricercati, in abbinamento anche ad un gelato alcolico. Saranno tanti anche i momenti di approfondimento tecnico dedicati ai gelatieri, come quelli sulle masse cacao, e ancore diverse demo, incontri e talk, uno fra tutti il confronto tra i gelatieri che hanno deciso di investire sul gelato italiano all’estero. Grande emozione, dunque, per il maestro Antonio Cappadonia, direttore tecnico di una squadra di professionisti dell’alta gelateria provenienti da tutta Italia a cui si affiancheranno tantissimi maestri gelatieri stranieri, dal Giappone agli Stati Uniti, dal Messico alla Francia, passando per Olanda, Spagna e Germania. A coordinare il più grande laboratorio di gelateria che sia mai stato allestito saranno invece il maestro Arnaldo Conforto e Ruben Pili cui è affidata la direzione di produzione. I migliori maestri gelatieri al mondo, sapienti artigiani del gusto, prepareranno nel più grande laboratorio di gelateria oltre 20 mila chili di gelato. Sono numeri da capogiro resi possibili grazie all’uso di strumenti e tecnologie all’avanguardia che puntano a valorizzare l’artigianalità della produzione e il rispetto delle materie prime, come le macchine per la produzione messe a disposizione da Bravo S.p.A, azienda 100% italiana leader nella costruzione di macchine professionali per gelateria e pasticceria, e Orion professionista del freddo che assicurerà il mantenimento della perfetta temperatura di servizio con le sue vetrine da gelateria. Tra le tante le novità di questa nona edizione, anche l’autorevole partnership con il Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Forestali dell’Università di Palermo e, in particolare, il corso di studi in Scienze e Tecnologie Agroalimentari (STAL) che, seguendo l’idea di un dialogo sempre più stretto con il territorio, le imprese, le istituzioni, la storia e la cultura agroalimentare della città, sarà impegnato in attività di studio e approfondimento sul gelato artigianale di scuola e tradizione italiana.
Il villaggio del gelato si snoderà tra Piazza Massimo dove saranno allestite le “Officine del Gelato”, uno spazio gastronomico in cui sarà possibile assistere a dimostrazioni e cooking show curati dai più illustri esperti del settore enogastronomico. All’interno del complesso Quaroni, in via Maqueda, v i sarà il “Circolo dei Golosi” in cui sarà possibile degustare, comodamente seduti, tutti i 45 gusti di gelato. La Piazza sarà inoltre palcoscenico di momenti di approfondimento che intratterranno il pubblico con dibattiti che spaziano dal food design alle tecnologie alimentari, dalla storia all’economia, e sarà anche sede dell’area del Baby Sherbeth, uno spazio interamente dedicato ai più piccoli e curato da Palermo Baby Planner. Infine, piazza Bologni ospiterà lo “Spazio Gourmet”, in cui si incontreranno i piatti simbolo della gastronomia locale e le più innovative tecniche di preparazione del gelato salato e del gelato alcolico. Una nuova tendenza che stuzzica la fantasia dei migliori chef del mondo è, infatti, aggiungere gelato e granite nella loro versione salata per arricchire creazioni gastronomiche che puntano a stupire il palato con contrasti tra caldo e freddo. Sarà così possibile degustare hamburger, pad thai, cous cous, e tonno fresco del Mediterraneo serviti insieme a sorprendenti gelati salati. E per completare la gelato experience non poteva mancare il gelato in versione alcolica, birra, vino, mojito e addirittura sex on the beach nella loro versione gelata. Ampio spazio sarà dedicato alla musica con l’allestimento di tre palchi, sui quali per quattro giorni si esibiranno oltre 15 band. Ce ne sarà davvero per tutti i gusti: dalla world music al blues, dal raggae al pop, passando per la musica tradizionale siciliana e le percussioni brasiliane, fino ad arrivare al funk e al jazz. Grazie poi alla rinnovata collaborazione tra Sherbeth e Terradamare  i visitatori potranno percorrere “Le vie dei Gusti – Itinerari Culturali Sherbeth” ovvero passeggiate che esplorano la città, le sue meraviglie, i suoi scorci, attraverso via Maqueda, corso Vittorio Emanuele, i Quattro Canti e tutta la zona del Cassaro verranno svelati tesori di rara bellezza da guide attente e preparate secondo quattro diversi alla scoperta del centro storico. Ovviamente Il gelato sarà il filo conduttore che accompagnerà i partecipanti tra dimore storiche e vicoli, luoghi celati e tradizioni. Ultimo ma non certo per importanza il Concorso Internazionale Gelato del Mediterraneo “Procopio de’ Coltelli”, dedicato a Francesco Procopio Cutò, maestro gelatiere francese di origini palermitane che, nel suo Cafè “Le Procope” di Parigi, fece conoscere le sue specialità ai fiori di anice e cannella esportando per la prima volta il tradizionale gelato siciliano nel mondo. Giunto alla sua ottava edizione, il concorso rappresenta oggi un importantissimo traguardo per i maestri gelatieri provenienti da tutto il mondo che, di edizione in edizione, elaborano ricercatissime ricette golose da far degustare alla giuria tecnica composta da giornalisti ed esperti enogastronomici che decreterà un vincitore.

Ecco, in anteprima, l’elenco dei gusti che potrete assaggiare. Sambuco del Gran Sasso -Sorbetto di Pera con Cake al Cioccolato- Inganno (Noce di Macadamia e Frutti di bosco)- Nocciola di Calabria- Fichi Settembrini- Caramello Salato con Sale Nero di Cipro- Orzo Antico- Curcuma- miele di spiaggia e pinoli di San Rossore- 46° Parallelo (Crema di Miele e Cannella)- Torta della Foresta Nera- Fior di Lavanda- Cioccolato di Massa con Anice di Castignano- Papaya Siciliana -Torrone di Cremona al Satèn- Noce e Zenzero Candito- Crema Bitter Milano- Gelato Bio per Vegani (Croccante delle Langhe – Cioccolato – Cocco – Bergamotto, Lime e Menta) – Crema di Giotto (Crema con Miele di Castagno e Biscotti del Mugello)- Squacquerone & Piadina Roberto Leoni – Flor De Soconusco – Pane, Burro e Marmellata – Mandorle e Yuzu Hiroaki Isobe – Amaretto di Mobaruzzo – Pinguino – Kaki e Matcha Satoshi Takada – Granita alla Mandorla e Granita al Pistacchio– Panna Acida al Mirtillo Nero Selvatico dell’Abetone Cioccolato di Modica – Crema de Delizia Aromatizada – Pistacchio di Bronte – Coffee Break Antonio Mezzalira – Crema De Espana- Pesca Noce – Gelato artigianale e senza glutine – Granita al Mango e Granita ai Frutti di Bosco – Sorbet à la Goyave Antillaise – Melograno Kore e Gruè di Cioccolato – Sorbetto all’Amazake Taizo Shibano – Granita Siciliana alla Frutta – Deliziosa (Dolce Tipico Pugliese di Cacao e Mandorle) – Cheesecake Trevigiana – Assoluto di zenzero – Granita al caffè e Granita al Fico. Adesso non ci resta che assaggiarli.

Lascia un commento