L’ARTE DEL CAPPUCCINO , CREMOSA BEVANDA AL SAPOR DI CAFFE’.

Il cappuccino è una bevenda il cui sapore unico ed intenso di caffè misto alla dolce  cremosità del latte è di certo in grado di regalarle l’eternità al punto da farla assurgere di diritto all’olimpo delle “pozioni magiche”. Se mai vi foste chiesti il perchè del suo successo ma anche curiosità e origini di questa bibita cremosa , di seguito troverete tutte le notizie e, ultima ma non per importanza, una gustosa ricetta : il cappuccino brasiliano. M.Za.

Se è vero che  non tutte le ciambelle riescono con il buco , è altrettanto  vero che non tutti i cappuccini riescono con la schiuma.Il cappuccino è infatti  la più difficile bevanda a base di caffè da realizzare in modo corretto, perché è necessario un perfetto equilibrio tra latte , caffè e schiuma nella tazza.

fonte : http//montedeicappuccini.bloog.it

frate cappuccino
fonte : http//montedeicappuccini.bloog.it

Nonostante ovunque nel mondo abbiano provato a riprodurre questa bevanda l’origine del cappuccino sembra, tuttavia, risiedere in Italia.   Il nome “cappuccino” pare derivi dall’ordine dei frati Cappuccini, che tradizionalmente indossavano un saio con il cappuccio  il cui colore  marrone ricorda proprio quello del latte unito al caffè.  Un’altra leggenda narra che  fu proprio un monaco cappuccino, Marco D’Aviano, nel diciassettesimo secolo ad inventare questa bevanda anche se  non esiste alcuna prova di ciò.

A seconda della parte del mondo in cui ci si trova, vi sono diversi modi di preparare il cappuccino, in alcuni paesi, ad esempio, la schiuma è presente in minima parte, in altri ricopre l’intera superficie del latte.

Sarà questo il motivo per il quale tutti gli stranieri che vengono in Italia , in cima alla lista dei must gastronomici da assaggiare, hanno proprio  il famoso Cappuccino Italiano.   Eppure può  capitare  che la fama del cappuccino italiano generi degli equivoci.

Adriana de Araujo, psicologa e scrittrice brasiliana

 E’ questo il caso occorso alla  scrittrice Adriana de Araujo, psicologa e psicoterapeuta brasiliana , che , trovandosi per la prima volta in Italia, ci racconta  di avere chiesto al bar un cappuccino convinta di ricevere in cambio una bevanda scura e densa al sapor di cioccolato, come nella versione brasiliana, e vedendosi portare una tazza dal contenuto piuttosto pallido abbia cambiato più volte  bar prima di comprendere che il nostro cappuccino con il cioccolato non ha nulla a che fare anche se,  i baristi più zelanti non disdegnano di cospargere la spumosa superficie con polvere di cacao amaro e persino con l’ambrata cannella.

Ci spiega infatti la psicologa brasiliana , autrice di diversi libri,  oggi tradotti anche in italiano dalla casa editrice Bonanno,  nonchè star televisiva in Brasile, che nel suo paese l’uso del cioccolato nel cappuccino è una pratica comune .

Inoltre mentre in Italia, il cappuccino viene principalmente consumato al mattino, come parte della colazione, in altri paesi, tra cui appunto il Brasile, viene consumato durante il giorno o dopo cena.E, ancora, pare ci sia una differenza anche nella grandezza della tazza  ,poichè essa è grande e ampia in Italia ,mentre è piccola e più stretta in Brasile.

Lat Art
fonte : www.whisperlavocedeltempo.blogspot.com

Alcuni baristi inoltre si dilettano a  trasformare la bevanda in un’opera d’arte (Latart)  versando il latte in modo da  creare dei disegni di  forma diversa  a seconda della fantasia dell’artista.

Una variazione sulla bevanda è il cappuccino freddo, realizzato con il latte freddo per ottenere una bibita fresca, soprattutto nei mesi più caldi. Altre variazioni includono il cappuccino bianco e il caffè cappuccino  scuro, così  chiamati  per il  rapporto  variabile  di latte e caffè nella bevanda in essi contenuto.

Poichè come già detto quella del cappuccino può essere definita a pieno titolo un’arte, di seguito, riportiamo la ricetta del cappuccino italiano e quella della variante brasiliana .

 Cappuccino italiano

una tazza di latte, un caffè espresso,quattro cucchiai di zucchero , cacao in polvere

 Versate  il latte in un pentolino di metallo, e ponetelo  sul fornello a fiamma medio-alta. Nel frattempo prendete un piccolo contenitore metallico con all’interno lo  zucchero e versategli su’ una tazzina di caffè piena fino all’orlo. Girate velocemente il tutto fin quando non diventa una miscela cremosa. Appenail latte  inizia a bollire e  la schiuma  avrà raggiunto l’orlo della pentolina spegnete il fornello facendo attezione a non farlo traboccare. In seguito , versate il latte bollente nel contenitore metallico dove avevate in precedenza messo il caffè e lo zucchero, e agitate  molto lentamente con il cucchiaio muovendolo dal basso verso l’alto. Infine versate il tutto in una tazza di ceramica e cospargetelo (a piacere) di cacao.Sorseggiatelo accompagnato da un buon cornetto dal gusto a vostro piacere.

Cappuccino brasiliano

400 ml di latte; 230 gr.di zucchero;50 gr. di caffè solubile; 5 cucchiai di cacao in polvere, un cucchiaino di bicarbonato di sodio, un cucchiaino di cannella .

Scaldate il latte e unitevi lo zucchero , il caffè solubile, il cacao, la cannella, appena bolle unitevi il cucchiaino di bicarbonato. Mettete nella tazza e servite caldo. 

Manuela Zanni


Aggiungi un commento