I (dolci) Segreti del chiostro, uno tra tutti le “fedde” del Cancelliere

(di Manuela Zanni) “Fare di necessità virtù”.  Questo detto esprime perfettamente il motto della suore di clausura che trascorrevano la propria esistenza  all’interno degli  antichi conventi, per scelta propria o altrui,ritrovandosi  prigioniere  dentro una gabbia dorata senza alcuna  possibilità di fuga.

Continua a leggere

“Ricette d’Amore” : il vademecum di consigli e ricette del seduttore

Al giorno d’oggi l’arte della seduzione sembra quasi del tutto scomparsa poiché “indegnamnete” sostituita dagli amori “take away” che nascono in maniera sempre più standardizzata nell’anonimato di una chat, di un sms o, se proprio vogliamo essere romantici, di una mail. Per ricominciare a sedurre la persona amata guardandola negli occhi non c’è nulla di meglio che gustare insieme pietanze  che, alla sola vista, rappresentano  un dolce preludio d’amore. Noi  abbiamo incontrato lo chef Peppe Giuffrè le cui ricette sono contenute nel libro “Ricette d’amore”. Alla fine una ricetta afrodisiaca tratta dal libro: Maccheroni alla Casanova.M.Za. Continua a leggere

A “Pranzo con la Storia “: la gastronomia incontra la cultura presso il Living Restaurant di Palermo

(di Manuela Zanni) Nella splendida cornice del Living Restaurant presso le Terrazze della Rinascente, la scorsa domenica 12 gennaio ,si è svolto il secondo degli eventi del ciclo “A pranzo con la storia” dedicato alle influenze arabe in Sicilia, in cui l’ arte gastronomica del Maestro Giuffrè ha incontrato la passione per la storia  della gastronomia del professore Gaetano Basile dando luogo ad un evento all’insegna del gusto e della cultura. Ecco tutte le curiosità e l’esclusiva ricetta del cous cous delle meraviglie del Maestro Giuffrè. Continua a leggere

Cùscusu: il cous cous alla trapanese nella sacralità della sua preparazione

Esistono  pietanze la cui preparazione, prima ancora che il sapore , rappresenta un rito che accomuna un insieme di persone regalando loro una  identità specifica. E’ questo il caso del “cùscusu” alla trapanese, diverso dagli altri tipi di cous cous non solo per gli ingredienti utilizzati ma anche, e soprattutto, per la modalità e tempo di preparazione. Ne parla Paolo Salerno nel suo libro “Cùscusu” presentato lo scorso lunedì 03 giugno  2013  a Torre Ligny  a Trapani. Noi eravamo presenti per assaporare tutte emozioni connesse alla sacralità della preparazione di questa pietanza.Ma.Za. Continua a leggere