La torta foresta nera, un intramontabile classico della pasticceria tedesca


(di Manuela Zanni) Nonostante esistano diverse versioni della storia che narra l’origine della torta Foresta Nera, il luogo di nascita al quale essa  viene collegata è appunto la Foresta Nera, l’area montuosa situata nel Land tedesco del Baden-Württemberg nota, per i suoi ciliegi, che in passato le coppie di  sposi novelli  erano soliti piantare come simbolo di buon augurio. Ecco le origini e la ricetta light-veg . Continua a leggere

La torta foresta nera, un dolce classico rivisitato in chiave light- veg

(di Manuela Zanni) Nonostante esistano diverse versioni della storia che narra l’origine della torta Foresta Nera, il luogo di nascita al quale essa  viene collegata è appunto la Foresta Nera, l’area montuosa situata nel Land tedesco del Baden-Württemberg nota, per i suoi ciliegi, che in passato le coppie di  sposi novelli  erano soliti piantare come simbolo di buon augurio. Ecco le origini e la ricetta light-veg . Continua a leggere

Una gara di torte solidali per beneficenza alle Onlus impegnate nel sociale

(di Manuela Zanni) Si è  svolta lo corso  sabato 30 novembre a Palazzo Orchidea Eventi Palermo (viale Regione Siciliana, 6645), in occasione della manifestazione “Sposami a Palermo,  “Metti un celiaco a cena. Fantasie COOLinarie di una FornoStar” di Stefania Oliveri una  gara di torte solidali i cui proventi  sono  andati in beneficenza alla ONLUS “abbinata “ alla squadra vincitrice.  Il libro “METTI UN CELIACO A CENA” di Stefania Oliveri  è una raccolta di ricette sfiziose e invitanti rigorosamente prive di glutine, pensata per i celiaci e per tutti gli appassionati del buon cibo che vogliono mettersi alla prova in maniera originale e stuzzicante. Tante curiosità e la ricetta della torta Foresta Nera senza glutine .

 La celiachia è  una patologia che , grazie all’attenzione ad essa rivolta  negli ultimi anni , sta emergendo e soprattutto sta riscuotendo il dovuto interesse. Si tratta di una intolleranza permanente al glutine per la quale esiste, attualmente, una sola terapia accertata: osservare un regime alimentare specifico. L’autrice di “Metti un celiaco a cena” viene incontro a questa esigenza con ilarità e disinvoltura, offrendo più di sessanta gustose ricette  fra antipasti, primi, secondi, contorni e dolci: dagli sformati alle zuppe, dai risotti alle minestre, dagli arrosti alle insalate, dalle creme ai dessert. Un ricettario spiritoso e agevole corredato da consigli, aneddoti, prescrizioni, avvertenze e indicazioni pratiche sugli ingredienti consentiti e sugli accorgimenti da adottare per essere certi di realizzare un piatto assolutamente gluten–free.

Dopo la presentazione del libro a cura di Biagio Brucculeri, sono stati illustrati i progetti sanitari a Palermo della Samot Onlus, un’associazione no profit che offre assistenza domiciliare integrata e specialistica ai pazienti affetti da patologie oncologiche terminali, e  i progetti di istruzione in Tanzania della parrocchia di Usukami della diocesi di Iringa in Tanzania, che si sta adoperando per la realizzazione della St. Anselm secondary school poiché la Tanzania è uno dei paesi dell’Africa Orientale con il maggiore tasso di analfabetismo.

Si è dato poi  il via alla gara di torte solidali, gentilmente preparate da un nutrito gruppo di foodblogger palermitane divise in due squadre: dopo l’assaggio delle torte abbinate ai due progetti, il pubblico  ha decretato che  la squadra vincitrice  e l’associazione ad essa abbinata è  stata quella della Samot alla quale  il ricavato della vendita del libro sarà devoluto in beneficienza .  Di seguito riportiamo la ricetta  dell Torta Foresta Nera tratta dal libro “Metti un Celiaco a cena” di Stefania Oliveri.

TORTA FORESTA NERA

Ingredienti : 250 gr. di cioccolato fondente, 6 uova di galline allevate all’aria aperta, 200 gr. di zucchero di canna, 150 gr. di mandorle in polvere. Per la copertura: 500 ml. di panna fresca(vegetale) , 4 cucchiai di zucchero a velo(senza glutine) , ciliegie sciroppate.

Fondete il cioccolato in una ciotola a bagnomaria. Montate a neve gli albumi di 5 uova. A parte montate lo zucchero con i tuorli e l’uovo rimasto fino a quando saranno densi e spumosi. Aggiungete la farina di mandorle al cioccolato fuso, quindi le uova con lo zucchero e una cucchiaiata di albumi e mescolate. Aggiungete, infine gli albumi montati a neve mescolando dal basso verso l’alto, delicatamente. Versate il composto in una teglia imburrata e coperta con la carta forno e cuocete in forno già caldo e ventilato a 170° per 40- 45 minuti. A cottura ultimata fate riposare il dolce per 10 minuti e poi sfornatelo su una gratella a raffreddare. Tagliate la torta a metà e farcite con la panna montata con lo zucchero a velo. Farcite l’interno della torta con le ciliegie. Quindi coprite con l’altra metà della torta, guarnite con la panna restante e le ciliegie.

Manuela Zanni