Tradizione

La “Cacio e Pepe” che profuma di Sicilia

Basta sostituire il pecorino romano, con quello siciliano, per trasformare uno dei piatti “cult” della  tradizione laziale in un primo che profuma di Sicilia  grazie all’utilizzo di un grande formaggio che mantiene le stesse caratteristiche organolettiche in grado di conferire alla ricetta, una volta diluito con l’acqua, quella cremosità e sapore peculiari.

La semplicità in realtà è solo apparente poiché  è necessario eseguire  tutti i passaggi come qui descritto con molta attenzione, perché riesca al meglio.

Tonnarelli Cacio&Pepe “alla sicula”

Ingredienti per 4 persone

  • 350 g di tonnarelli ( o spaghetti, rigatoni, penne o mezzemaniche di semola di grano duro)
  • 200 g di pecorino siciliano grattugiato
  • Pepe in grani q.b.
  • Sale q.b.

In una pentola capiente cuocete i tonnarelli in abbondante acqua salata. Nel frattempo  ponete il pecorino all’interno di  un recipiente e aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura e mescolate fin quando ottenete  una crema (potete anche utilizzare un frullatore ad immersione). Intanto in una padella scaldate il pepe in grani schiacciato e unite qualche mestolo di acqua di cottura della pasta in modo da ottenere un “brodo”. A questo punto passate la  pasta, ancora al dente,  nella padella conservando l’acqua di cottura ricca di amido. Fatela cuocere aggiungendo poco alla volta l’acqua come si fa con il risotto (non a caso il metodo si chiama risottatura).

Una volta che avrete raggiunto la cremosità desiderata, a fuoco spento, aggiungete la crema di pecorino  amalgamando bene il tutto. Servite fumante con una bella spolverata di pepe appena macinato,

Quando alla passione per il cibo, inteso nella sua accezione più nobile di storia e cultura della gastronomia, si unisce quella per la scrittura, può divenire forte l’esigenza di creare un contenitore in grado di riunire tutte le tematiche che ruotano intorno a questo inesauribile argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *