Lezioni di cioccolato. L’azienda Momotombo racconta la magia del cacao

(di Manuela Zanni) Il cioccolato rappresenta nell’immaginario collettivo un grande peccato di gola, la panacea contro tutti i mali, il refugium peccatorum a cui si ricorre quando si ha bisogno di un momento di dolcezza che tiri su il morale e rinfranchi lo spirito.

Ma tanti sono i pregiudizi e le errate convinzioni  che riguardano questo alimento dalle origini antichissime, a cominciare dalle popolazioni dei Maya e degli Aztechi, divenendo, nei secoli, oggetto di tante credenze, soprattutto circa le sue proprietà magiche. In realtà,  non è del tutto errato, attribuire al cioccolato doti soprannaturali, considerando che il cacao, da cui il cioccolato ha origine, è in moto perpetuo, viaggia da un capo all’ altro del mondo, muta le sue forme dal frutto di un albero a deliziosi cioccolati multiformi, si contamina mescolandosi ad ingredienti pregiati, si esprime attraverso i territori e le culture diffondendo aromi e passioni. La sua storia è permeata da sudore, lacrime, amore e ricchezza condivisi tra popolazioni lontane che hanno elevato questa materia prima a vero e proprio tesoro.
Spinte dalla curiosità per  la storia  che ruota intorno a questo alimento che mutua alla terra il colore brunito, Beatrice Rosa e Silvana Mastropaolo, hanno trascorso molti anni in Centro e Sud America sviluppando la propria passione per gli alimenti tropicali, la loro coltivazione e la cultura millenaria che li ha tramandati.
Nasce così, nel 2017,  l’Azienda “Cacao Motum” che ha l’intento di  promuovere  il cacao aromatico d’origine e le produzioni artigianali di cioccolato di qualità che accorciano la filiera di produzione e valorizzano i piccoli produttori di cacao, rafforzando la catena di valore delle piccole imprese. Il cacao diventa, per Silvana e Beatrice, il simbolo di una cultura alimentare che si muove e si contamina adattandosi e arricchendosi nel suo percorso. Da allora Cacao Motum ha avviato una attività di co-manufacturing con artigiani cioccolatieri locali per realizzare prodotti dal cacao aromatico di origine con ingredienti tipici delle varie regioni. Il top di gamma aziendale è la marca la Fabrica de Chocolate Momotombo con il catalogo di cioccolati e materie prime disponibili sul mercato europeo dal 2017 che ha ottenuto diversi riconoscimenti internazionali per la qualità e il packaging  che l’hanno posizionata all’interno di una nicchia di mercato gourmet  apprezzata da conoscitori e amanti italiani e europei.
Il nome  trae origine dal vulcano  Momotombo in Nicaragua, Paese che vanta una cultura ancestrale nella coltivazione del cacao e consumo di cioccolata che risale a più di 3000 anni fa, quando le popolazioni Maya abitavano questa terra. In questo piccolo paradiso tropicale, che possiede uno dei cacao aromatici più raffinati e dalla passione per il mondo del cacao, nasce nel 2004 a Managua la Fabbrica de Chocolate Momotombo, una piccola azienda dove si lavora il cioccolato partendo direttamente dalla fava di cacao. Gli aromi selvatici della foresta centroamericana sono responsabili delle straordinarie note di noci, caffè, tabacco, legno aromatico e spezie che caratterizzano questo cioccolato. A partire dall’originale ricetta Maya le fave di cacao vengono lavorate con un metodo rigorosamente tradizionale, a bassa tecnologia, che, attraverso una sperimentazione paziente, valorizza gli aromi e i sapori delle eccellenze del cacao locale.
L’azienda, che ha sede a L’Aquila, tra gli obiettivi principali ha la sensibilizzazione al cacao di qualità attraverso la formazione e la consulenza sulle filiere di qualità e sulle lavorazioni artigianali per avvicinare i produttori delle zone d’origine ai consumatori europei. Le offerte formative e di servizio sulla filiera dei prodotti vengono create per soddisfare la richiesta del mercato con corsi di degustazione e assistenza tecnica sulla filiera del cacao, per i consumatori, le imprese ed i professionisti.

 

Lascia un commento