Eventi di "gola",  Le spezie

L’albero di Natale: origini, significato e tante golose idee per decorarlo

L’albero è il simbolo indiscusso, insieme al presepe, del Natale e delle festività che lo anticipano e lo seguono fino al giorno dell’Epifania. Ma per meglio comprendere il motivo di questa usanza, che si perde nella notte dei tempi, occorre andare fino nei paesi scandinavi. Noi vi proponiamo una golosa idea per decorarlo: i biscotti di pan di zenzero (gingerbread).

Non esiste casa, ufficio, negozio, via o luogo in genere che a Natale non acquisti un fascino particolare se addobbato con un albero di Natale, grande, piccolo, vero o finto, con decori scintillanti, variopinti o a tinta unita, preziosi come l’oro o gli swaroski, o  umili come  tappi di bottiglia, pasta, caramelle, cioccolattini, biscotti, solo per citarne alcuni.
Tra i primi riferimenti storici alla tradizione dell’albero di Natale, la scienza, attraverso l’etnologo Ingeborg Weber-Keller, ha identificato una cronaca di Brema del 1570 che racconta di un albero decorato con mele, noci, datteri e fiori di carta. Ma è la città di Riga, capitale della Lettonia, a proclamarsi sede del primo albero di Natale della storia: nella sua piazza principale si trova una targa scritta in otto lingue, secondo cui il “primo albero di capodanno” fu addobbato nella città nel 1510.L’usanza di avere un albero decorato durante il periodo natalizio si diffuse nel XVII secolo e agli inizi del secolo successivo era già pratica comune in tutte le città della Renania.

Per molto tempo la tradizione dell’albero di Natale rimase tipica delle regioni protestanti della Germania e solo nei primi decenni del XIX secolo si diffuse nei paesi cattolici. A Vienna l’albero di Natale apparve ufficialmente nel 1816, per volere della principessa Henrietta von Nassau Weilburg, mentre in Francia fu importato dalla duchessa di Orléans nel 1940. Oggi la tradizione dell’albero di Natale è universalmente accettata anche nel mondo cattolico. Papa Giovanni Paolo II lo introdusse nel suo pontificato facendo allestire, accanto al presepe, un grande albero di Natale proprio in piazza San Pietro.
Per decorare il vostro albero di Natale in maniera originale e gustosa, di seguito,  vi proponiamo  la ricetta dei biscotti di pan di zenzero meglio noti come gingerbread tipici dell’Inghilterra, Nord America e paesi del Nord Europa.

Il pan di zenzero (gingerbread) è un impasto a base di spezie quali cannella, chiodi di garofano, noce moscata, con spiccata prevalenza di zenzero, usato generalmente per confezionare biscotti. Il pan di zenzero viene preparato in special modo sotto le feste natalizie per confezionare omini, casette e soggetti natalizi in genere. I biscotti di pan di zenzero, vengono infine decorati con glassa colorata e tradizionalmente appesi al’albero di Natale

BISCOTTI PAN DI ZENZERO

Ingredienti per 30-35 biscotti

  • 350 gr. di farina  “00”
  • 160 gr zucchero di canna
  • 150 gr, burro (margarina)
  • 1 cucchiao di yogurt vegetale
  • 1 pizzico sale
  • miele 150 gr (o melassa)
  • cannella in polvere 2 cucchiaini rasi, noce moscata in polvere
  • 1/4 di cucchiaino zenzero  in polvere
  • 2 cucchiaini rasi
  • chiodi di garofano  in polvere
  • 1/2 cucchiaino bicarbonato

Ingredienti per la glassa colorata: coloranti alimentari  a piacere, zucchero a velo 150 gr, acqua 75 cl.

In una ciotola capiente  setacciate la farina con lo zucchero,  unite  le spezie e il bicarbonato e in ultimo anche il burro freddo tagliato a tocchetti. Aggiungete anche il miele e azionate a media velocità, fino a ottenere un composto compatto ed omogeneo. Quindi aggiungete lo yogurt  e impastate ancora qualche istante fino a ottenere una palla. Avvolgete l’impasto di pan di zenzero nella pellicola trasparente e ponetelo in frigorifero per circa 2 ore.Trascorso il tempo necessario, stendete l’impasto con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di 4 mm. Ricavate delle sagome con dei tagliapasta di diverse forme natalizie oppure a forma di omino, ponete su una teglia coperta con carta forno e praticate un foro in ciascuna in modo da potervi inserire il nastro per appenderli all’albero. A questo punto passateli in forno caldo a 180° per circa 10-12 minuti, fino a che saranno dorati. Nel frattempo, preparate la glassa montando a neve ferma l’albume e incorporando poco alla volta, sempre sbattendo, lo zucchero a velo.  Suddividete la glassa in tante ciotoline quanti sono i colori che vorrete usare e aggiungete in ognuna un colorante alimentare. Ponetela in una tasca da pasticcere, con la bocchetta liscia e molto stretta, e decorate a piacere i vostri biscotti di pan di zenzero. Quando la glassa si sarà asciugata inserite nei fori i nastri del colore scelto e appendete i biscotti all’albero di Natale.

Quando alla passione per il cibo, inteso nella sua accezione più nobile di storia e cultura della gastronomia, si unisce quella per la scrittura, può divenire forte l’esigenza di creare un contenitore in grado di riunire tutte le tematiche che ruotano intorno a questo inesauribile argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *