Vegetariani con gusto

Finocchi e porri perfetti per la dieta dopo le feste

Le festività  sono l’occasione perfetta per cucinare cibi della tradizione più elaborati che non si è soliti consumare abitualmente. Per questo motivo, una volta terminate,  è il caso di depurarsi in modo da limitare il più possibile i danni che, inevitabilmente, un’alimentazione scorretta provoca al nostro fisico.

Il senso di pesantezza che ci accompagna, inevitabilmente, dopo i periodi di festa, deriva dal consumo di cibi elaborati e troppo dolci ed è provocato dall’accumulo di scorie e tossine difficili da smaltire.

In particolare il fegato, vittima degli eccessi, deve fare i conti con un extra di grassi e zuccheri. Il rimedi facili a cui affidarsi sono frutta e verdura. La depurazione prevede l’assunzione di cibi privi di carboidrati, zuccheri e formaggi, e il consumo di alimenti colorati e idratanti come frutta e ortaggi ricchi di acqua che è l’arma vincente per ripulire il corpo, disintossicare il fisico facendo ripartire il metabolismo ingolfato. Innanzitutto, è importante bere almeno due litri di acqua al giorno, sia sotto forma di bevanda, che di tisane e cibi. Idratare, infatti, equivale a rigenerare il fisico dal punto di vista cellulare, contrastando i radicali liberi dati dagli eccessi.

Dedicate almeno due giorni alla depurazione da tossine, seguendo una dieta sana e magari più leggera. Se possibile anche un piccolo e breve digiuno, che consenta al vostro corpo di ripristinare l’equilibrio prefestivo. Iniziate la giornata con un bicchiere di acqua calda e limone, per favorire il transito intestinale e la sua pulizia. Aiuta i reni e favorisce il drenaggio del colon. Per colazione assumete una tisana depurativa e sgonfiante, indicati il tarassaco, il finocchio oppure il tè verde ottimo antitumorale. Quindi consumate una ciotola di frutta di stagione condita con succo d’arancia e limone e un bicchiere di succo di mirtillo che è un anti-age naturale.

A pranzo andrà bene un minestrone di verdure se preferite accompagnato da orzo bollito ottima fonte di fibre. In alternativa iniziate il pranzo con una insalata. Dopo mezz’ora proseguite con verdure cotte di stagione, condite con un cucchiaino di olio e un pizzico di sale. Per cena riso basmati o integrale accompagnato da verdure di stagione cotte al vapore condite da olio evo.

Utilizzate la frutta come snack a metà giornata e metà pomeriggio e bevete succhi di stagione possibilmente freschi. A fine giornata non dimenticate di bere una tisana disintossicante. Evitate di consumare zucchero e se non potete farne a meno utilizzate solo quello di canna, eliminate il sale a cui dovrete preferire spezie quali curry, curcuma, pepe e peperoncino. Adottate questo regime alimentare per due massimo tre giorni, associandolo a camminate lunghe e movimento che vi aiuteranno a bruciare grassi e a ripristinare il vostro metabolismo.

Di seguito vi proponiamo una ricetta disintossicante per depurare il vostro organismo: la zuppa di finocchi e porri.

Zuppa di finocchi e porri

Ingredienti

  • 500 gr di finocchi
  • 200 gr di porri
  • 1 lt di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • sale e pepe q.b

Pulite le foglie esterne e gli scarti dei finocchi e sbucciate i porri. Tagliate il tutto a tocchetti. Fate rosolare il porro in una casseruola con un cucchiaio d’olio e poca acqua. Unite i finocchi e il brodo e lasciate cuocere per circa mezz’ora. Quando sarà tutto ben cotto frullate il composto e versate in pentoline di terracotta in modo che trattengano il calore. Servite la zuppa di finocchi e porri calda dopo aver versato un filo di olio d’oliva a crudo e decorate con il finocchietto selvatico.

Quando alla passione per il cibo, inteso nella sua accezione più nobile di storia e cultura della gastronomia, si unisce quella per la scrittura, può divenire forte l’esigenza di creare un contenitore in grado di riunire tutte le tematiche che ruotano intorno a questo inesauribile argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *