Comfort food,  Eventi di "gola"

I “pisellini mimosa” immancabili compagni di viaggio nel cestino da pic-nic

Se c’è una cosa che proprio non può mancare nel cestino da pic-nic delle scampagnate di Pasquetta,  25 aprile e 1 maggio sono i “pisellini mimosa”.
I legumi principi della primavera, tolto il proprio baccello, infatti, si vestono a festa per riempire la tavola all’aria aperta di gusto e colore.

Si tratta di un modo di cucinare queste piccole gemme verde smeraldo, ricche di proprietà e dal  sapore inconfondibile, in un modo che ricorda quello delle nonne che di solito preparavano l’uovo “affogandolo”   nei  piselli con la salsa di pomodoro  e lasciandolo cuocere con il coperchio fino a che non diventasse ad “occhio di bue”.
La versione dei “pisellini mimosa” è una gustosa rivisitazione di questo piatto della memoria che, traendo spunto dal felice connubio tra l’uovo e i piselli, lo rende facile da trasportare, anche in caso di gite fuori porta,  eliminando la componente liquida della salsa di pomodoro, e aggiungendo nell’impasto che diventerà “uovo stracciato o stracciatella” un formaggio grattugiato dal gusto piuttosto forte  come il pecorino in modo da conferire una piacevole nota sapida che, unita alla dolcezza dei piselli, crea un piatto dal sapore perfettamente equilibrato che piacerà a grandi e piccini.
Di seguito, vi proponiamo  la ricetta semplice e  gustosa da seguire pedissequamente per ottenere il giusto risultato poiché, come è noto, le cose apparentemente semplici  spesso  sono, in realtà, le più difficili.

Pisellini Mimosa

Ingredienti (per 4 persone)

  • 500 gr. di pisellini freschi sgusciati
  • 4 uova di galline allevate all’aria aperta
  • uno scalogno di media grandezza
  • pecorino grattugiato
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe (macinato fresco)

In una padella capiente rosolate lo scalogno con l’olio avendo cura di non farlo bruciare. Quindi aggiungete i pisellini e versate acqua calda fino a coprire, salate e mettete il coperchio. Nel frattempo in una ciotola sbattete le uova con il sale, il pepe, il formaggio fino a renderle spumose. Non appena i pisellini saranno cotti, versate nella padella l’uovo e con l’aiuto di una forchetta di legno “strapazzate” il composto in modo da non renderlo compatto. Quando si sarà rappreso e ogni pisellino sarà amorevolmente avvolto dalla stracciatella d’uovo, spegnete e lasciate raffeddare. Appena  sarà a temperatura ambiente potete chiuderlo in un  contenitore ermetico che inserirete nel vostro cestino da pic-nic insieme ad un pane di rimacinato che sarà il perfetto compagno di questi “pisellini mimosa”.

Quando alla passione per il cibo, inteso nella sua accezione più nobile di storia e cultura della gastronomia, si unisce quella per la scrittura, può divenire forte l’esigenza di creare un contenitore in grado di riunire tutte le tematiche che ruotano intorno a questo inesauribile argomento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *